Trader significato
Trading veloce

Cos’è un Trader: Significato

Senti sempre più spesso parlare di trader e trading, ma cos’è un trader e cosa significa fare trading?

Significato di trader e trading

Il trader è una figura professionale che, soprattutto in tempi recenti, sembra godere di sempre maggior successo. L’attività del trader, quindi il trading, consiste nell’investire in titoli quotati in borsa una parte del proprio capitale, con l’auspicio di ricavarne guadagni più o meno considerevoli (maggiore sarà l’abilità del trader e maggiori saranno questi guadagni).

Egli dovrà dedicare tempo nello studio e nella scrupolosa osservazione del mercato, comprando e vendendo titoli e azioni nel momento giusto. Anche seguire le notizie di politica, economia e attualità può fare la differenza per un trader. Infine, dovrà essere sempre aggiornato sulle normative che regolano la sua attività.

Il trader non è l’agente di borsa

A questo punto si potrebbe affermare che il trader altro non sia che un agente di borsa. Sbagliato. Il suo background culturale è in effetti vicino e particolarmente affine a quello posseduto da quest’ultimo. Tuttavia, il trader opera soltanto per via telematica, agendo in modo virtuale sui beni di cui cura la compravendita. Chiaramente questo non significa che il suo lavoro non sia reale o qualcosa di simile ad un hobby.

Non avendo la necessità di visionare le merci (essenzialmente monete o materiali preziosi) o di incontrare fisicamente i suoi clienti, egli potrà muoversi in maniera più agile e incisiva. Questo permette al trader di avviare e concludere operazioni finanziarie in tempi molto più rapidi rispetto all’agente di borsa.

Chi compra resterà proprietario del bene per un lasso di tempo compreso tra qualche ora e poche settimane al massimo, per poi rivendere il pacchetto in tempi particolarmente celeri.

Gli strumenti di lavoro del trader

Ad un trader, per poter esercitare la sua professione, basta avere a disposizione un computer ed una buona connessione ad internet. Proprio per questa ragione, si parla di trading online. Almeno per adesso, nessuno ha pensato di richiedere a questa particolare figura professionale il conseguimento di un dato titolo di studio, né tanto meno l’obbligo di sottoporsi ad un periodo di tirocinio presso strutture affini.

In genere comunque il trader si avvale anche della collaborazione di un broker, ossia di un operatore finanziario che esegua gli ordini ricevuti dal professionista in questione. Il broker, non è raro che ciò accada, più che un essere umano in carne ed ossa è spesso una piattaforma virtuale da utilizzare per la compravendita di titoli, beni ed azioni.

I costi del trading online

Un’altra particolarità che distingue il trader dall’agente di borsa è il piccolo capitale necessario per effettuare investimenti. Infatti, uno dei vantaggi del trading online è quello di poter operare anche con poche decine di euro. Questa opportunità è resa possibile dalla cosiddetta leva finanziaria. Acquistare azioni senza questo strumento finanziario comporterebbe investire diverse migliaia di euro.

In ogni caso, tieni sempre presente che è buona regola non investire mai più del 10% del proprio capitale.

Trading per principianti

La buona notizia è che coloro che sono ancora alle prima armi, possono usufruire di conti demo. Un conto demo è particolarmente adatto a chi non è ancora un esperto del settore. Grazie a questa formula, prima di rischiare il proprio capitale, il trader avrà modo di comprendere meglio i meccanismi e fare esperienza con denaro non reale. Inoltre, il ricorso a denaro virtuale può tornare utile a tutti nel momento in cui si provano piattaforme di trading che non si conoscono.

Prima di testare tali strumenti, si presti comunque attenzione alla presenza di eventuali diciture che attestino la loro legalità e la presenza delle necessarie certificazioni di sicurezza.

Tempi e guadagni

I tempi da riservare a questa attività sono estremamente variabili e soggettivi. Alcuni preferiscono passare le giornate dedicandosi alla compravendita di titoli, beni ed azioni. Altri, grazie al ricorso a sostegni informatici, destinano al loro lavoro soltanto pochi minuti. Ognuno insomma, in rapporto ai suoi impegni e all’eventuale quantità di clienti a cui dovrà rendere conto, potrà decidere liberamente le ore lavorative della sua giornata.

Per quanto riguarda i guadagni derivanti da questa attività, anch’essi obbediscono a delle logiche abbastanza variabili. Si consideri però che, per chi ci sa fare, i profitti possono essere anche 3, 5, 10 volte maggiori rispetto al capitale iniziale.

È bene ricordarsi però che con il trading online è possibile perdere cifre anche consistenti.

In ultimo si consideri che gli eventuali profitti di questa attività vanno sempre dichiarati al fisco e sono quindi sempre tassabili.